avveniredicalabria

Oggi ricorre il 39° anniversario della visita di san Giovanni Paolo II alla Stazione centrale di Bologna

Strage di Bologna: oggi, papa Wojtyla pregava nella Stazione

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Oggi ricorre il 39° anniversario della visita di Giovanni Paolo II alla Stazione centrale di Bologna durante la quale pronunciò una preghiera davanti alla lapide che ricorda la vittime della strage del 2 agosto 1980.
Dal 1990, per iniziativa della sezione Emilia Romagna dell’Ucsi (Unione cattolica stampa italiana), sulla parete esterna della sala d’attesa lungo il primo binario è collocata una grande lapide con una significativa parte della preghiera pronunciata in quel luogo da Papa Wojtyla il 18 aprile 1982. Da allora, ogni anno in questo giorno, i giornalisti cattolici partecipano ad una funzione religiosa nella cappella della Stazione per poi raggiungere il primo binario per la benedizione della lapide esterna e di quella interna che ricorda ed elenca le vittime del terribile atto terroristico.
«La pandemia – sottolinea Roberto Zalambani, revisore nazionale dell’Ucsi – ha impedito la manifestazione in presenza del 2020 e impedirà anche quella di quest’anno. Anche la cappella della Stazione è chiusa da marzo dello scorso anno. Il ricordo e la memoria però – prosegue – non si cancellano con l’auspicio che il 18 aprile 2022 non solo si possa tornare in Stazione in presenza ma anche che la cappella, a seguito della firma della Convenzione tra Gruppo FS Italiane e Conferenza episcopale italiana, possa ricevere la necessaria manutenzione per tornare a essere punto di riferimento pastorale e devozionale per i passeggeri e i ferrovieri».
(A.B.) Agensir

 

Articoli Correlati

Reggio, famiglie ferite: ritorna l’incontro di preghiera

Il momento di raccoglimento si terrà domani alle 20 presso la chiesa di Gesù e Maria e verrà trasmesso sul canale YouTube della pastorale familiare dell’arcidiocesi dopo le 22. La presenza in chiesa è consentita nel rispetto delle norme anti contagio

Una catena di preghiere in tutta Europa per le vittime del Covid

A partire da oggi Mercoledì delle Ceneri e per tutto il periodo quaresimale, per le oltre 770.000 vittime. A lanciare l’iniziativa è il Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa. L’iniziativa «vuole offrire un segno di comunione e di speranza»

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.